Visualizza carrello “Il labirinto e l’intrico dei viottoli” è stato aggiunto al tuo carrello.

Il contado e la villa

16.00 

Categoria: .
Descrizione

Autori: Serena Pilotto e Angela Viola

ISBN: 9788890373213
PAG: 171
Dimensioni: 170x240x10

Per addentrarsi in modo piacevole e significativo in un territorio e conoscerne così le caratteristiche naturali e sociali, fisiche e storiche, il teatro può essere considerato un interessante veicolo. Una volta individuato il luogo che si intende valorizzare, si ricercano e si analizzano, tra i documenti autentici, tracce e testimonianze di una particolare epoca; questi costituiscono importanti indizi per ricostruire accadimenti significativi compiuti da uomini comuni o note personalità. Sulla base di quanto trovato e con la complicità dell’immaginazione, è possibile stendere la drammaturgia di un evento capace di coinvolgere un pubblico vasto e differenziato poiché, se da un lato – per i contenuti – offre spunti innovativi e utili per arricchire le proprie conoscenze, dall’altro – per la modalità con cui è realizzato – porta a vivere un’esperienza divertente ed emozionante accessibile a tutti: operatori, studiosi, stendenti e famiglie. I diversi contributi raccolti in questo volume hanno lo scopo di documentare la ricerca condotta per l’organizzazione de Il Contado e la Villa. L’evento, pensato nell’ambito di un progetto più vasto di Educazione alla Teatralità, è stato realizzato presso la Villa Della Porta-Bozzolo, proprietà del FAI, Fondo per l’Ambiente Italiano, a Casalzuigno in Valcuvia; si tratta della seconda parte di un percorso che, mediante personaggi, costumi, trucco, allestimento scenico e musiche originali, vuole raccontare, in maniera itinerante, i momenti salienti delle vicissitudini dei proprietari della Villa in relazione al territorio in cui essa è collocata. Ciò costituisce un interessante strumento per contribuire alla costruzione e alla diffusione della memoria storica del luogo. In particolare, in questa edizione, ci si è riferiti ad alcuni episodi realmente accaduti tra il XVII e il XVIII secolo. Per l’allestimento si sono tenuti in considerazione sia la struttura architettonica e artistica della Villa stessa e del suo splendido giardino, sia gli elementi della storia del teatro e dello spettacolo che caratterizzano il periodo in questione. In particolare si è scelto il teatro del Settecento, con il passaggio dalla Commedia dell’Arte alla Riforma di Goldoni e con le relative trasformazioni nel lavoro dell’attore. Da parte degli educatori alla teatralità che hanno animato la rappresentazione, non è stata trascurata la speciale cura della relazione tra attore e spettatore, aspetto fondamentale della scienza che vuole educare al teatro. Questo volume fa parte della collana Scienza e territorio diretta da Gaetano Oliva. La collana vuole essere uno strumento culturale e didattico nell’ambito dell’Educazione alla Teatralità. È una proposta per insegnanti, educatori, operatori culturali e per tutti coloro che agiscono tra teatro, territorio ed educazione.

Serena Pilotto
Insegna Drammaturgia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Brescia. È coordinatore e docente del CRT Teatro-Educazione Centro Ricerche Teatrali, Scuola Civica di Teatro, Musica, Arti visive e Animazione di Fagnano Olona (Va). È educatore alla teatralità.

Angela Viola
Insegnante di Scuola Elementare. Successivamente ha lavorato come archivista e curatrice di iniziative culturali. Come Assessore alla cultura della Comunità Montana della Valcuvia sta curando il coordinamento di un progetto per la realizzazione del Distretto culturale del Verbano Lombardo. Collabora con alcune associazioni dell’Alto Varesotto tra cui “La corte dei Sofistici” e il “Centro Studi e Documentazione per la Valcuvia e l’Alto Varesotto G. Peregalli”.

Share this post